Un allevamento a Gimbi


Località: Gimbi

Zona: West Welega

Regione: Oromia

 

Contesto di riferimento

I terreni del villaggio di Gimbi, nella regione dell'Oromia – zona West Welega - sono molto fertili, ma l’estrema povertà e l’assenza di prospettive di sviluppo pesano ancor più gravemente rispetto ad altre aree del Paese raggiunte da interventi emergenziali o di cooperazione.

 

Sintesi del progetto

“Un allevamento a Gimbi” è in fase di realizzazione su un terreno di 64.000 m2 che il governo locale ha donato al Centro Aiuti per l’Etiopia Onlus. Sono già state ultimate le stalle (una a pianta circolare e due a pianta rettangolare) con annessi mangimifici, un edificio per l'accoglienza dei volontari, i locali per conservare il foraggio e un laboratorio per la raccolta, la conservazione e la trasformazione del latte.

Terminati i lavori edili si procederà con l’acquisto dei primi capi di bestiame. Si partirà gradualmente introducendo 12 mucche, un toro, qualche pecora, capra e asino. Sarà formato il personale e avviato l’impianto di pastorizzazione. Successivamente verrà incrementato il numero di animali fino a raggiungere a regime circa 80 bovini, 3 tori, 100 pecore, 100 capre e 100 asini. 

Sarà compito del Ministero delle Donne in collaborazione con le Autorità governative locali e gli anziani dei villaggi selezionare i nuclei familiari più bisognosi ai quali verranno affidati gli animali.                                                          

Ciascuna famiglia “affidataria” si occuperà di allevare gli animali, per poter consumare latte e vendere le eccedenze. Ogni allevatore verrà supportato dalla “stalla comunitaria” che si occuperà del foraggiamento, dei controlli sanitari e della mungitura.

Nel momento in cui i capi di bestiame si riprodurranno, i nuovi nati verranno affidati alla stalla, che individuerà un altro nucleo familiare al quale donare gli animali. In questo modo i risultati del progetto si moltiplicheranno esponenzialmente coinvolgendo col tempo, un numero crescente di beneficiari.

Responsabilizzare una famiglia verso forme di micro-economia facendole acquisire le competenze verso le buone pratiche di allevamento di una mucca o di altro animale, significa determinare una crescita di competenze e mettere i genitori nelle condizioni di non dover abbandonare a sé stessi i bambini per l’impossibilità di sfamarli.


Obiettivi

- incrementare il benessere delle famiglie più vulnerabili migliorandone le metodologie di allevamento

- migliorare la qualità e l’apporto nutrizionale dell’alimentazione della popolazione dell’area di Gimbi con particolare attenzione alla fascia infantile

- sviluppare e consolidare le attività socio-economiche in ambito rurale e aumentare il reddito delle famiglie contadine

- contrastare l’emigrazione della popolazione, soprattutto giovanile, verso la città

- promuovere tutte le attività nell’ottica di un giusto utilizzo delle risorse in equilibrio con le potenzialità dell’ambiente circostante

- fornire un esempio che possa favorire il diffondersi di analoghe iniziative di autosviluppo.


Beneficiari

Nuclei familiari bisognosi


Costi del progetto 

La raccolta fondi è destinata a sostenere non solo i costi di costruzione della "stalla comunitaria" ma anche l’acquisto degli animali, dei macchinari, mezzi e degli impianti per la potabilizzazione e la depurazione dell'acqua. Il costo complessivo ammonta attorno a 2.400.000 euro.

I costi degli animali sono i seguenti:

- con 1.300 € contribuisci all'acquisto di 1 mucca da latte di razza olandese o canadese (i capi di bestiame provengono dal Kenya)

- con 527 € contribuisci all'acquisto di 1 toro

- con 165 € contribuisci all'acquisto di 1 asino

- con 165 € contribuisci all'acquisto di 1 pecora o 1 capra

I costi comprendono il trasporto degli animali ed il loro sostentamento per il primo anno di allevamento. 

Puoi sostenere l'acquisto degli animali e la costruzione degli edifici per l'allevamento effettuando una donazione cliccando qui e indicando nella causale "ALLEVAMENTO A GIMBI". 

 

 








 

 


 

 

 

Per visualizzare altre immagini clicca qui.

 

 

 

torna a inizio pagina  o  torna ai progetti