Mokonissa (MOK)

Mokonissa è un villaggio 1 in un’area rurale dell’Etiopia sud-occidentale, a circa 360 km da Addis Abeba nella Regione delle Nazioni, Nazionalità e Popoli del Sud, zona amministrativa del Wollaita, distretto di Damot Gale. La città più vicina è Boditi, centro amministrativo del distretto, e Soddo, capoluogo del Wollaita. Non sono disponibili dati attendibili sul numero degli abitanti.

Dal punto di vista amministrativo l'Etiopia è suddivisa in nove regioni (o stati regionali) etnicamente e politicamente autonome a cui si aggiungono due città autonome, Addis Abeba e Dire Daua. Le regioni sono a loro volta suddivise in 68 zone. Le zone sono suddivise in 550 distretti (woreda), molte a statuto speciale, e i distretti in kebele (equiparabili a un quartiere, frazione o piccola località abitata in cui risiede un gruppo di persone).

Il villaggio di Mokonissa, o più precisamente, il distretto di Damot Gale per il quale esistono dati dell’ultimo censimento nazionale (2007), rispecchia la pluralità etnico-confessionale caratteristica dell’Etiopia che conta più di 80 gruppi etnici: quello numericamente più rilevante a Mokonissa è costituito dai Wolayta (oltre il 94%) che parla la lingua wolaytta. Solo una percentuale ridotta della popolazione parla amarico, lingua ufficiale dell’Etiopia. I Wolayta sono un’etnia conosciuta per i vestiti colorati e le particolari danze.

Religione

Dal punto di vista confessionale il 69% della popolazione del distretto Damot Gale è protestante, il 18% dichiara di appartenere alla Chiesa ortodossa etiope, l’11% è cattolica e l’1% musulmana.

Economia

L'agricoltura rappresenta il mezzo di sostentamento di oltre il 90% della popolazione. Nel Wollaita, zona in cui si trova Mokonissa, rilevante è la zootecnia anche se a livello si sussistenza. I prodotti maggiormente coltivati sono caffè, cereali e l’enset, pianta chiamata comunemente “falso banano” dalla quale si ricava la farina per ottenere una sorta di pane).

L’enset è un alimento essenziale nell’economia alimentare di Mokonissa e del Wollaita: laddove la terra è molto scarsa e, conseguentemente, i raccolti di cereali non sono sufficienti, questa coltivazione offre qualche opportunità per garantire la sicurezza alimentare degli abitanti. La sua diffusione è anche legata alla particolare resistenza alla siccità.

Viaggio del 15 – 17 febbraio 2019

Leggi

Torna ai villaggi

L’adozione a distanza ad Mokonissa

Periodicamente il nostro staff locale si reca a Mokonissa, identificato con la sigla MOK, per monitorare il progetto, gestito dal 2011 dalle suore della congregazione delle “Figlie di St. Anna”, e incontrare i bambini. In questa occasione ne constata le condizioni, il permanere dello stato di necessità, verifica i dati e scatta una foto. L’erogazione del sostegno si concretizza successivamente con il trasferimento della quota direttamente sul conto corrente della famiglia del bambino.

1 – Il termine “villaggio” da noi utilizzato per comodità, non è sempre riconducibile a un vero e proprio centro abitato: spesso identifica una città (ad esempio, Addis Abeba, Mugi, Wolkitè), in altri casi è riferito a una zona, un quartiere o una vasta area geografica, come nel caso di Dawro Konta.