• I bambini dei centri accoglienza di Areka e Gimbi

    Centri di “San Giovanni Paolo II” e “San Pio da Pietrelcina”

Località: Areka - Gimbi
Zona: Wollaita - West Wellega
Regione: Nazioni, Nazionalità e Popoli del Sud - Oromia


Areka è una cittadina del Wollaita con circa 31.500 abitanti (censimento 2007), 300 km a sud-ovest di Addis Abeba, nella Regione delle Nazioni, Nazionalità e Popoli del Sud. Gimbi è una località che conta una popolazione di circa 40.000 abitanti (censimento 2007). É situata a 440 km a ovest di Addis Abeba nella Zona del West Wellega in Oromia, la regione al primo posto per numero di abitanti. Gimbi è il centro amministrativo dell'omonimo distretto.

Nei pressi di Areka e Gimbi, a pochi chilometri dalle due cittadine, abbiamo realizzato delle strutture, rispettivamente, il Centro di accoglienza “San Giovanni Paolo II” e il Centro di accoglienza "San Pio da Pietrelcina", dove bambini vulnerabili abbandonati - disabili, sieropositivi o orfani - hanno trovato una casa. A volte sono gli stessi genitori di minori disabili ad affidarceli perché non sono in grado di accudirli e mantenerli. I due centri, creati appositamente per rispondere alle specifiche necessità di questi minori, garantiscono protezione, assistenza, cure mediche, riabilitazione e istruzione a circa 160 bambini e adolescenti vulnerabili che altrimenti non avrebbero la possibilità di un futuro dignitoso. In questi centri, due vere oasi di pace, garantiamo i loro diritti fondamentali.

Le strutture e gli obiettivi del progetto

I due centri, estesi su una superficie di 4 ettari ad Areka e di 3 ettari a Gimbi, si presentano come dei complessi costituiti da un agglomerato di edifici progettati per offrire ai suoi ospiti i migliori standard di accoglienza e assistenza possibili. Comprendono, oltre agli alloggi per i bambini e quelli per i ragazzi più grandi, l'ambulatorio destinato alle visite mediche e alle attività di fisioterapia per i disabili, una palestra, il parco giochi, il campo da calcio, un'area ricreativa coperta (utilizzata soprattutto nel periodo delle piogge), la mensa, la sala tv, i laboratori professionali e la scuola per i bambini che, a causa della loro disabilità, non possono frequentare la scuola pubblica. Sono inoltre presenti il magazzino, la lavanderia, il pozzo, la chiesa e gli edifici per ospitare il personale. Oltre a tutto questo, i centri dispongono di un’area di accoglienza per gli ospiti e i volontari costituita da tukul, abitazioni tipiche locali, 9 ad Areka e 6 a Gimbi.

Il terreno circostante ai fabbricati è in gran parte occupato da piantagioni di ortaggi, caffè, mango, papaia e mais il cui raccolto viene utilizzato per i piccoli ospiti (per saperne di più: Un’agricoltura sostenibile per Areka e Gimbi). Ad Areka bambini e ragazzi beneficiano anche della carne e delle uova prodotte nel grande pollaio costruito ai margini della proprietà. 

Le bambinaie, una ogni quattro bambini presenti, provvedono a soddisfare tutte le esigenze dei piccoli 24 ore al giorno, alternandosi su più turni. La tipologia e il grado di disabilità richiedono un’organizzazione precisa e specifiche attività compatibili con lo stato di salute dei bambini. L’obiettivo è quello di assisterli in un percorso di crescita all’interno di un ambiente sereno dove poter sviluppare la personalità, le passioni e le proprie attitudini.

Numerose sono le attività proposte a vari livelli secondo l'età e le abilità dei bambini e ragazzi: durante la giornata e in alcuni giorni della settimana, gli ospiti praticano attività sportive, corsi di cucina, disegno, ricamo, cucito. A seconda delle capacità vengono educati a interagire con i bambini disabili più gravi, affiancano i braccianti per apprendere i "segreti" dell'agricoltura e i più grandi, sono accompagnati in un percorso di formazione che potrà consentirgli, raggiunta la maggiore età, di acquisire un livello sufficiente di autonomia.

Costi del progetto

Far fronte ai bisogni primari di circa 160 bambini e ragazzi disabili o sieropositivi e alle loro necessità quotidiane comporta dei costi rilevanti. Fornire quotidianamente pasti nutrienti, assistenza, riabilitazione e istruzione è un impegno che ci siamo presi con ciascuno di loro.
Ma per farlo abbiamo bisogno di te!

Come aiutarci

Donazioni di qualsiasi importo sono un contributo fondamentale per la realizzazione del progetto. Per la tua donazione scegli una modalità di versamento tra quelle elencate in "Tutti i metodi di pagamento" e indica nella causale: "I BAMBINI DEI CENTRI DI ACCOGLIENZA DI AREKA E GIMBI". 

Con 24 euro doni un kit scolastico a 6 bambini
Con 50 euro garantisci cure mediche e riabilitative a 3 bambini
Con 100 euro garantisci pasti completi a 12 bambini

Per sostenere un bambino

Puoi fare di più, adotta a distanza un bambino o un ragazzo che vive nel centro di Areka o di Gimbi. Potrai accompagnarlo nella crescita e ricevere ogni anno aggiornamenti su di lui. Per saperne di più clicca qui.

Questo progetto è supportato da aziende solidali, scopri di più su Le aziende e il CAE

Ti ricordiamo che tutte le donazioni a favore del Centro Aiuti per l’Etiopia sono fiscalmente deducibili o detraibili. Verifica in sede di dichiarazione dei redditi la normativa a te più favorevole e conserva le attestazioni di versamento per poter usufruire delle agevolazioni fiscali previste dalla legge.

Torna ai progetti

Sfoglia l'album
             
        
         
       
       
       
       
       
       
       

Dona ora

Partecipa alla realizzazione delle nostre iniziative in Etiopia.
Sostieni i progetti del Centro Aiuti per l’Etiopia ODV con la modalità che preferisci.

Il tuo aiuto è ricompensato.
Tutte le donazioni a favore del Centro Aiuti per l’Etiopia ODV sono fiscalmente detraibili per un importo pari al 35% dell'erogazione effettuata o deducibili nei limiti del 10% del reddito imponibile. La deduzione fiscale nei limiti del 10% del reddito imponibile è prevista anche per i soggetti Ires (società ed enti).
Verifica in sede di dichiarazione dei redditi la normativa a te più favorevole e conserva le attestazioni di versamento per poter usufruire delle agevolazioni fiscali previste dalla legge.

A nome di chi ne beneficerà in Etiopia ti ringraziamo per il tuo prezioso contributo.

Scegli che tipo di donazione vuoi fare

€ al mese
€ al semestre
€ all'anno

Scegli il progetto

Inserisci i tuoi dati

Dopo aver cliccato sul pulsante Conferma sarai rediretto sul sito PayPal per effettuare il pagamento

Dopo aver cliccato sul pulsante Conferma sarai rediretto sulla pagina di Intesa Sanpaolo per completare il pagamento

Prima di proseguire abbiamo bisogno di qualche informazione sull'intestatario del conto.

  • Il sottoscritto autorizza Centro Aiuti per l’Etiopia odv ad incassare la quota indicata addebitandola sul proprio conto corrente fino a revoca di quest'ultima

BONIFICO su c/c bancario
IBAN IT 94 P 03069 09606 10000 0121076
BIC/SWIFT BCITITMM
intestato a Centro Aiuti per l’Etiopia

BONIFICO su c/c Banco Posta
IBAN IT 95 U 07601 10100 00001 1730280
BIC/SWIFT BPPIITRRXXX
intestato a Centro Aiuti per l’Etiopia

BOLLETTINO POSTALE
n. 11730280
intestato a Centro Aiuti per l’Etiopia

Informativa ai sensi dell’Art 13 - Regolamento UE 2016/679
Centro Aiuti per l’Etiopia ODV, Titolare del trattamento, con sede in Via Quarantadue Martiri 189, 28924 Verbania (VB), tratta i dati personali raccolti per l’esecuzione della richiesta di sostegno a distanza oppure per adempiere un obbligo legale e, in ogni caso, nel rispetto della normativa privacy di riferimento. I dati verranno trattati per tutta la durata del sostegno a distanza e anche successivamente, nei limiti necessari per l’espletamento di obblighi di legge e per finalità amministrative e contabili, anche quando li comunichiamo a terzi. Informazioni dettagliate, anche in ordine al Suo diritto di accesso e agli altri Suoi diritti, sono riportate nella nostra Privacy policy.